RISULTATI ASSEMBLEA REGIONALE CONTRO LA SECESSIONE DEI RICCHI. CON I PSP UNITI CONTRO LA REGIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA E L’ATTACCO ALLA UNITÀ NAZIONALE. DOMANI MANIFESTAZIONE STUDENTESCA A LAMEZIA TERME

 

 

locandina psp regionalizzazione 2019Il giorno 23/02/2019 si è tenuta presso la Masseria I Risi in Lamezia Terme una assemblea regionale promossa dai Partigiani della Scuola Pubblica nella quale sono state chiamate a raccolta tutte le forze politiche e sociali della Calabria che intendono opporsi al processo di secessione di cui ormai sono chiari i contorni.

Nel corso del dibattito sono state affrontate le sciagurate conseguenze del processo di secessione ormai ad un passo dal definitivo compimento. Conseguenze che aggraveranno in modo irreversibile il divario tra il nord ed il sud del paese, ma soprattutto conseguenze irreversibili sull’unità nazionale nella sua accezione più ampia del termine. Unità culturale, oltre che economica e sociale. Senza trascurare i rischi per l’unità politica e territoriale con concrete possibilità di balcanizzazione.

E’ stata una occasione per mettere insieme tutte le persone di buona volontà per discutere su come – operativamente – può essere avviata una concreta azione dentro le istituzioni e nella società per bloccare il processo della secessione dei ricchi.

I PSP hanno impegnato i sindaci, parlamentari, consiglieri regionali, sindacati, di varia estrazione presenti, a continuare nelle iniziative concrete.

In particolare hanno chiesto ai sindaci presenti di coordinare l’azione di tutti i sindaci calabresi che intendono aderire all’iniziativa del ricorso promossa dal sindaco di Cinquefrondi Michele Conia. Si tratta del Ricorso del Comune al Tar Lazio contro il decreto ministeriale di riparto del Fondo solidarietà Comuni emesso dal MEF il 19 gennaio 2019.

Poi i PSP hanno chiesto ai parlamentari di coordinarsi tra di loro per portare avanti le azioni utili nelle due camere per far saltare il processo della secessione. Ai sindacati ed a tutte le organizzazioni sociali è stato chiesto di tenere alta l’attenzione tra i cittadini ed i lavoratori valutando anche la possibilità della mobilitazione generale.

I PSP ritengono che si debba respingere al mittente il luogo comune che, con la scusa dell’inefficienza amministrativa giustifica il fatto che al sud è meglio che le risorse non arrivino.  Il verminaio di corruzione ed inefficienza che si chiama MOSE è collocato in Veneto e non in Calabria.

Infine, è stata ribadita la necessità di allargare il fronte che si oppone alla secessione, coinvolgendo la forza più consistente della maggioranza parlamentare, ampiamente votata al sud, che deve uscire dalla gabbia del “contratto di Governo”.

Hanno partecipato vari sindacati, associazioni imprenditoriali, associazioni, partiti e movimenti, consiglieri regionali e parlamentari calabresi di vari gruppi politici, tra i quali la Senatrice Dei 5 Stelle, Bianca Laura Granato, Nico Stumpo, Deputato Di Liberi E Uguali, Prof.Ssa Enzina Sirianni, Docente Del Liceo Tommaso Campanella Di Lamezia Terme, Un rappresentante degli Studenti, l’Avvocato Giancarlo Nicotera, Presidente di AFI Associazione forense italiana, la Prof.Ssa Sangineto Pina di Potere Al Popolo, Adele Nesci, Delegata Unicobas, Giuseppe Stefanucci, Ingegnere E Docente Vice Presidente Del Consiglio Dell’ordine Degli Ingegneri Di Catanzaro, Michele Conia, Portavoce Del Sud Che Sogna, Mimmo Denaro, Segretario Regionale Cgil Scuola, Arturo Bova, Consigliere Regionale Democratici Progressisti, Mimmo Iacopino, Asis Associazione Italiana Insegnanti Di Sostegno, Daniela Mauceri, Responsabile Regionale Anief, Giancarlo Silipo, Usb Coordinamente Regionale Vigili Del Fuoco, Gigi Veraldi, Segreteria Regionale Cgil, Rosario Piccioni, Di “Lamezia Insieme”, Francesco Greco, Associazione Nazionale Docenti, Tindiglia Nino Segretario regionale della Gilda , Michele tripodi, sindaco di Polistena, Maria Antonietta De Fazio in rappresentanza di Articolouno regionale.

Al tavolo: il moderatore, giornalista della Tecnica della Scuola, Lucio Ficara, Rocco Tassone  per I Partigiani Della Scuola Pubblica, Prof.Re Walter Nocito, Docente Unical Di Diritto Pubblico e Prof.ssa Rosella Cerra dei partigiani della Scuola Pubblica che si occupa della questione meridionale e, per prima, ha portato  il problema della regionalizzazione all’interno dei PSP.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...