Solidarietà nei confronti dei delegati della FIOM che lottano nelle sedi di Termoli e Melfi

 

15_02_27-melfiI Partigiani della Scuola Pubblica esprimono piena solidarietà nei confronti dei delegati della FIOM che lottano nelle sedi di Termoli e Melfi, in particolar modo, della FIAT contro i tentativi di imporre dure condizioni di lavoro agli operai. Ciò che più impressiona è l’autoritarismo del segretario Landini, che decide di lottare contro i propri delegati, favorendo la FIAT, anziché sostenerli in una lotta giusta in difesa dei diritti dei lavoratori. In altri tempi abbiamo sostenuto i progetti di Coalizione sociale che tentava di creare una nuova condivisione di lotta e diritti partendo dal basso. Come allora, anche oggi, liberi da posizioni predeterminate e univoche, sentiamo il dovere di appoggiare e sostenere la lotta dei delegati FIOM che, fuori dal coro che li vuole asserviti, decidono di lottare per la dignità delle condizioni di lavoro all’interno dei reparti di produzione. La delibera di espulsione del Comitato centrale della FIOM datata 7 marzo racconta la perdita di memoria di idee e principi di un sindacato che fino a ieri, forse, rappresentava una rinnovata presa di coscienza atta a determinarsi con azioni di contrasto allo strapotere degli interessi subdoli e meschini dei padroni. Oggi, ci sembra di capire, che il segretario Landini abbia iniziato a percorrere una strada contraria a quella dei lavoratori che al suo sindacato hanno dato fiducia. I Partigiani della Scuola Pubblica sono vicini a chi continua a credere nei diritti, anche contro tutto e tutti, lottando senza paura.
PSP – Partigiani della Scuola Pubblica

Annunci