Consiglio comunale di Catanzaro: rinvio della delibera sulla mozione contro la ‘Buona Scuola’

Gli insegnanti non ci stanno: ci sentiamo presi in giro

Consiglio-comunale-rinvio-della-delibera-sulla-mozione-contro-la-Buona-Scuola
Sabato 23 Gennaio 2016 – 11:41

Ennesimo rinvio della delibera sulla mozione contro la famigerata riforma della “buona scuola ” nel corso della seduta del Consiglio comunale di Catanzaro convocata per il 22 gennaio alle 10:30. La mozione era stata presentata tre mesi fa dai consiglieri Giglio e Capellupo su invito del “Comitato per la scuola della Repubblica -Catanzaro e Provincia” e degli “Insegnanti Calabresi-Partigiani della Scuola pubblica. “Ci sentiamo presi in giro! “, sostengono i docenti in aula. “Dopo che oltre un mese fa, avevamo ricevuto assicurazione direttamente dal Presidente del Consiglio Comunale Ivan Cardamone che, nel formulare il calendario dell’attuale seduta, avrebbe rispettato rigorosamente l’ordine dei punti lasciati interrotti nel corso di quella del 26 novembre scorso, ci aspettavamo che la nostra mozione sarebbe stata trattata entro i primi 5 punti, invece l’abbiamo ritrovata al tredicesimo, non solo! Un’altra bella sorpresa è giunta quando, dopo aver assistito alla trattazione di ben 10 punti all’ordine del giorno, continuamente a rischio di interruzione, ci siamo visti inserire prima della mozione due punti aggiuntivi, in pieno spregio di quanto ci era stato garantito!”. Proseguono gli insegnanti: “abbiamo così avuto la sgradevole sensazione che la nostra mozione assieme ad altre della stessa valenza civile siano state poste per ultime per consentire di mantenere il numero legale per altre delibere inserite all’ultimo momento. Ricordiamo che la nostra è una battaglia già vinta in altri quattro comuni calabresi (Lamezia Terme, Cinquefrondi, Gimigliano e Saracena) in difesa della scuola della Costituzione contro un provvedimento normativo scellerato e lesivo degli interessi della comunità locale, imposto da un Governo che ha operato a colpi di fiducia senza consultare gli enti locali! Siamo convinti di trovare nel Sindaco e nei Consiglieri comunali catanzaresi degli alleati, perciò vogliamo che si riservi il giusto spazio nella prossima seduta alla mozione contro una legge che ha gettato nel caos le nostre scuole. Ricordiamo che ci troviamo in questa situazione anche grazie anche al rifiuto del Presidente della Giunta Regionale Oliverio di avviare il ricorso costituzionale che gli avevamo prospettato. Il risultato di questa azione miope e succube al Governo è che oggi rischiamo che i nostri ragazzi non saranno in grado di adempiere come si deve all’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro per assenza di aziende sul territorio idonee a garantirlo e che i loro titoli di studio ne risulteranno svalutati su scala nazionale. Non basta: rischiamo anche che il Comune si dovrà fare carico del cofinanziamento delle scuole d’infanzia assieme alle famiglie!”. A Consiglio comunale bruscamente interrotto poco prima delle 15:00 per un imprevisto del Presidente del Consiglio Cardamone, annunciano i docenti, “comunque, seguiremo da vicino i lavori del Consiglio e informeremo puntualmente la stampa sugli sviluppi inerenti alla prossima calendarizzazione della mozione da noi sostenuta, adoperandoci in tutti i modi affinché da parte di Sindaco e Consiglieri si voglia riservare all’argomento l’attenzione che merita. “

Annunci